Photoshop per Mac

Vantaggi e svantaggi nell’utilizzo di Photoshop per Mac

Nel mondo della fotografia si sente spesso parlare di Photoshop per Mac, ma come mai? In che modo Photoshop per Mac è diverso da quello da PC?
“Anticamente” si diceva che gli algoritmi di elaborazione differissero tra le due versioni, ma non si è mai capito se fosse un rumor o qualcosa di più fondato. Non essendo di fatto dimostrabile, possiamo constatare solo l’aspetto pratico.

Adobe Photoshop è uno dei migliori programmi di grafica esistenti al mondo. Per adoperarlo correttamente, senza scatti o rallentamenti è necessario un hardware di medio-alto livello. I Mac, per loro natura, hanno una buona base di partenza, un hardware veloce e proporzionato ad un sistema operativo proprietario. In media qualunque programma (a parità di hardware) tenderà ad essere più fluido su un Mac rispetto ad un classico PC assemblato. Il motivo deriva unicamente dall’ottimizzazione del sistema operativo ed il fatto che Windows non è leggero come Mac OS. Photoshop per Mac è identico a Photoshop per PC ma le prestazioni sono differenti a seconda del sistema utilizzato.

Un’altra motivazione che spinge un fotografo a scegliere Photoshop per Mac invece che per PC è la qualità dello schermo. Chi sviluppa un’immagine (soprattutto dal punto di vista professionale) necessita di un’accuratezza dei colori e di luminosità sopra la media. Solitamente questa accuratezza non è possibile trovarla né nei monitor fissi di fascia medio bassa né nei portatili. Gli schermi dei Mac partono da un’ottima copertura degli spazi colore e hanno una luminosità uniforme su tutto lo schermo.

Cosa significa? Se siete semplici fotografi amatoriali il monitor di un Mac andrà già bene così com’è (bisogna comunque calibrarlo), mentre se siete dei professionisti potete adoperare Photoshop per Mac durante i vostri viaggi-spostamenti e collegare un monitor professionale quando arrivate in studio.

Photoshop per Mac

Sul monitor professionale potrete elaborare le immagini che necessitano di un’accuratezza superiore, mentre le immagini più semplici possono essere sviluppate tranquillamente sul display nativo utilizzando Photoshop per Mac.

Gli svantaggi di avere Photoshop per Mac sono pochi, ma ci sono. Il primo è la capienza dell’hard disk. I nuovi Mac adoperano SSD flash con capienze davvero ridotte rispetto ai canonici Hard disk meccanici. Questo vi costringerà ad adoperare soluzioni esterne come Hard Disk su USB, cloud o NAS di rete. Non è un’enorme svantaggio, ma non può essere ignorato.

Il secondo svantaggio è l’impossibilità di aggiornare il proprio Mac a livello hardware. Le nuove generazioni di MacBook escono di fabbrica con le memorie RAM saldate sulla scheda madre e non possono essere sostituite con modelli più performanti o capienze maggiori. Significa che quando Photoshop per Mac diventerà lento (col passare del tempo) non potrete aggiornare il vostro Mac investendo qualche euro, ma dovrete per forza acquistare un nuovo prodotto. Sulla base della mia esperienza tuttavia, i MacBook godono di una vita ben più longeva rispetto ad un classico PC e, a meno che non vogliate cambiarlo, può durare per più anni.

Se avete disponibilità economica, consiglio quindi di adoperare Photoshop per Mac. Se invece siete più stretti con le spese, andrà benissimo un normale PC con un buon monitor. Qualunque sia la soluzione che scegliete ricordatevi che tutti i display devono essere calibrati!

Related Post